RENZI UNICO LEADER ITALIANO INTERVISTATO DAL Financial Times SULLA BREXIT. Una soluzione di buon senso sulla Brexit è negli interessi di tutti

Più di mille giorni passati dal referendum del giugno 2016 non hanno reso la Brexit più vicina, né l’Europa più accomodante. Uno scacco per il governo britannico – ricordo la baldanza dei primi giorni, rapidamente trasformarsi in confusione, vertice dopo vertice a Bruxelles – e certo non una vittoria per l’Unione Europa, risvegliatasi più stretta e povera.
Oggi è il caos. Nessuno sa che cosa stia succedendo davvero. E nessuno sa che cosa succederà. Sono cresciuto col mito dei politici britannici, da Churchill a Tony Blair. Oggi questa confusione mi sembra peggiore degli intrighi della politica italiana.
Guadagnato non tanto, ma un po’ di tempo, Londra non ha ancora reso chiaro a se stessa prima ancora che all’Europa non solo cosa realmente voglia, ma in capo a chi sia la possibile soluzione di questo rompicapo. Il governo? Il Parlamento? L’Irlanda? I partiti della maggioranza? Il popolo britannico? La Commissione? Il Consiglio Europeo? Chi?
In mancanza della necessaria chiarezza –...

Leggi tutto l'articolo