RESTA RIBELLE

Un lungo viaggio finisce sempre...prima o poi.
Il rientro mi ha portato ad un clima invernale (16 gradi brrr), all'auto che mi ha mollato a piedi nel parcheggio interrato del Bennet di Castellamonte (e chi conosce il luogo sa che fa venire più brividi dei 16 gradi brrrr brrrr brrrr) con tanto di mamma che avevo appena portato a fare la spesa e il cui unico pensiero era "quando mi riporti in struttura?"   Grazie a Dio che mio fratello è venuto a soccorrermi...e ringrazio anche quel ragazzo che mi ha aiutato a spingere la macchina (molti guardavano e poi andavano via...)   Questo è stato il mio rientro dalle ferie...120 euro di danni, un viaggetto sul carroattrezzi per la mia Betty e tanti sbattoni che mi sarei volentieri risparmiata...
sorrido...c'est la vie!   Ora posso parlarvi delle cose belle.
Sono stata nella zona sud di San Benedetto del Tronto - Porto Ascoli.
La zona è molto bella, vi sono dei giardini tematici sensoriali in cui sentire l'odore delle varie piante, giochi di colori e fantastiche chaise longue che ho apprezzato soprattutto il primo giorno dopo il lungo viaggio notturno.
Molte spiegge libere attrezzate con una favolosa doccia gelida.
Sono stata a Monteprandone per la sagra dell'oliva (a onor del vero le olive ascolane più buone le ho mangiate proprio lì), paesino carino con uno scorcio mozzafiato.
Sono stata ad Ascoli, città che avevo già visitato ma che rivedo sempre molto volentieri.
C'era la notte bianca, artisti di strada, le chiese aperte come la cripta di sant'Emidio nel Duomo di Ascoli con delle scene della Bibbia riprodotte con la tecnica del mosaico e antichi affreschi medioevali.
Pioveva, le strade risplendevano, la musica cambiava ad ogni vicoletto...ho visto una cartomante e mi son fatta leggere le carte.
Prima in modo scettico, poi mi sono concentrata ed è stato piacevole.
Mi succedeva lo stesso quando me le leggeva mia madre, mi diceva sempre che "con te si fa una gran fatica a penetrare nei tuoi pensieri...ad abbattere la corazza!".
  Vero e credo sia giusto così...essere un libro aperto spesso non paga.
  Sono stata a Grottammare al Chiosco di Maria dove ho fatto grandi mangiate di pesce e non ho pagato molto.
Ho potuto godermi la spiaggia (andavamo in spiaggia libera) fino a tardi.
Mi piace restare li dopo le sei di sera, quando la gente pian piano va via e rimani quasi da sola in compagnia dei gabbiani ad osservare le luci del tramonto che pian piano colorano il cielo.
  Ho fatto il bagno con la pioggia...bella, bellissima sensazione.
Il cielo tendeva al nero, il mare [...]

Leggi tutto l'articolo