RICCA COMUNISTA TEDESCA VIZIATA Così Salvini definisce Carola Rackete, la capitana della Sea Watch. Invece da Formigli abbiamo visto una vera signora, per bene.

Confesserò che non amo tanto “Piazza pulita” (e i talk show in genere), ma devo fare i complimenti all’amico Formigli per la trasmissione di ieri sera. E trovo che Salvini (tanto criticato) abbia fatto bene a non presentarsi: avrebbe fatto la classica figura del cane in chiesa.
Invece, abbiamo visto la capitana (lei sì, guida le navi, lo ha fatto anche in mezzo al Polo Nord) dopo la notte di Lampedusa. Asciutta, essenziale, precisa. Ricordo bene quella notte. Con la Sea Watch a ballare nel mare con il suo carico di migranti. Con Salvini, allora ministro dell’Interno, che ogni dieci minuti diceva una sconcezza (possono stare lì fino a Natale, non si entra e non si sbarca, ecc.). E con Carola, anni 31, che a notte fonda decide che ha pazientato fin troppo. Dà potenza ai motori e parte decisa verso la banchina del porto: al diavolo Salvini e tutti i suoi divieti.
Attracca e viene arrestata. Non dice una parola, segue le forze dell’ordine come una scolara disciplinata. E nemmeno rispon...

Leggi tutto l'articolo