RIFLESSIONI SULL'IMMIGRAZIONE - Fine

Il gattino sul palo
Queste riflessioni possono concludersi con una serie di osservazioni sparse, alcune delle quali potrebbero far crollare l’intero edificio buonista dell’immigrazione indiscriminata.
Il salvataggio in mare, esattamente come il naufragio che ne è il presupposto, deve avere un elemento di casualità. Se esso è preordinato, come nel caso della barca che seguiva Beppe Grillo, non si tratterà di un salvataggio, ma di un servizio reso a contratto. E, nel caso delle o.n.g. che stazionano in attesa di possibili profughi, di semplice connivenza con l’immigrazione clandestina. Non è dunque necessario qualche accordo precedente o telefonico con gli scafisti, perché la connivenza è in re, è già dimostrata dalla presenza della nave dell’o.n.g. in loco, senza altra finalità che quella di violare la legge. Le o.n.g., se sono in acque internazionali, hanno anche il diritto di colludere con gli scafisti, ma non hanno quello di usare il resto del mondo per i loro scopi, imponendogli anc...

Leggi tutto l'articolo