RIVOLUZIONE LIBERALE NEL Pdl

RIVOLUZIONE LIBERALE NEL Pdl Anche il Presidente del consiglio Berlusconi ha preso atto che il partito da lui fondato per vincere le elezioni politiche del 2008 non gode di buona salute, logorato com’è al suo interno da lotte intestine che rischiano di travolgere l’intero Pdl.
Una primo segnale  si era già avuto l’estate scorsa con l’abbandono ( o la cacciata, a secondo dei punti di vista) di Gianfranco Fini cofondatore assieme a Berlusconi che invece di stabilizzare la situazione ha accentuato la crisi.
Alla base dei dissidi interni c’è evidentemente un problema strutturale: il partito ruota attorno a Berlusconi e si immedesima nella sua persona ma non è sufficientemente strutturato in modo tale da poter supportare le diverse anime che lo compongono.
  L’imminenza delle elezioni del 2008 non ha consentito che si creassero le basi per un partito solido e alla lunga tutti i nodi sono venuti al pettine.
Si è trattata di una “fusione a freddo” tra AN e Forza Italia: si è pensato solamente alle “quote” che spettavano ai due partiti senza fissare regole chiare per aprire un confronto tra le due anime in modo da realizzarne una sintesi.
Con la fuoriuscita di Fini si sono adesso create le condizioni favorevoli affinché anche dentro il Pdl si possa discutere sulla direzione che deve prendere il partito: sicuramente un partito che intercetti l’area moderata del paese e che sia antagonista alla sinistra.
  Un partito in cui possano confluire le diverse anime che hanno governato nel dopoguerra ma che deve avere una connotazione chiara di destra liberale sul modello del partito conservatore britannico del primo ministro David Cameron, meno Stato e più Società; non lasciare indietro nessuno, occuparsi di chi è in difficoltà, aiutare la famiglia, i giovani ma diminuire il peso dello Stato in economia.
Adesso bisogna pensare alle elezioni amministrative ma subito dopo Berlusconi non deve perdere altro tempo; il partito deve essere rifondato perché nel paese c’è voglia di destra liberale.

Leggi tutto l'articolo