ROCKY BALBOA

ma non sempre son disgrazie.
Sì, è vecchio.
Sì, è in pensione.
Sì, è anacronistico.
Ma lo amerete.
Mason 'The Line' Dixon: You are one crazy old man.
Rocky Balboa: You'll get there.
Rocky Balboa di Sylvester Stallone con Sylvester Stallone, Burt Young,.
Rocky Balboa si è ritirato nei sobborghi di Philadelphia, gestisce un ristorante, racconta aneddoti, sopravvive teneramente nel ricordo di Adriana (scomparsa per un tumore, "quello delle donne" dice lui) e all'ombra del dispiacere di un figlio che si nasconde alla vita.
Si accompagna quieto ai propri fantasmi, compresi quelli in carne e ossa come Paulie (Burt Young) l'inacidito cognato che gli urla "Sono contento di andare alla malora, smetti di vivere nel passato!".
Complice una simulazione virtuale che accosta il campione di ieri a quello di oggi (il vero pugile professionista Antonio Tarver "Magic Man"), Rocky non resisterà al richiamo del ring.
Rischiando tutto accetterà l'incontro/farsa organizzato dai manager dell'aggressivo sfidante.
L'allenamento è senza pietà ("Sei un catorcio ma puoi dare pugni come carri armati"): giusto appiglio per l'excursus della preparazione compresa la salita della famosissima scalinata, questa volta con cagnolino trovatello.
Ancora uova crude a colazione e quarti di bue surgelati mazziati a pugni.
C'è tutto il "festival della nostalgia" compresa una dose di necessaria ironia e una fugace apparizione di Tyson.
E la lezione: niente picchia più duro della vita, quel che conta è alzarsi dal tappeto.
Pensi adesso la sceneggiatura cede, inciampa o sbava ma per tutto il tempo svicola ogni facile deriva.
Cinque settimane di riprese in esterni nei luoghi che diedero origine al primo "Rocky" in aggiunta alla scena dello scontro, girata sfruttando il palazzetto pieno di spettatori dopo un vero match.
L'adrenalina è tangibile e Sly (vecchia volpe liftata dal cuore generoso) assesta ottime riprese e si guadagna il nostro tifo.
Un'uscita di scena dignitosa e auspicabile innestata sulla metafora della vecchiaia ché un leone stanco sa ruggire anche quando si ritira.
Chapeau.

Leggi tutto l'articolo