Ragazza del futuro

Ciao Ragazza del nuovo secolo, in questi giorni mi sono fermato a guardarti con occhi che sembrano scrutarti per la prima volta, con un'ammirata attenzione che ti sei conquistata col coraggio delle tue scelte, col quel rispetto che meriti ma che spesso vien meno.
Vedo che sei ovunque, non solo nei cuori che spezzi o nei sogni intensi nati in letti di periferia: nelle officine o nelle multinazionali, nelle università o negli studi professionali, tra le mura domestiche o sopra un carro armato col mitra spianato. In pochi decenni hai attaccato gli imperi secolari degli uomini: in campo sessuale, politico, amministrativo, domestico e militare...incrociamo i tuoi occhi, ammiriamo la tua professionalità, sospiriamo della tua sensualità istintiva d’ogni gesto anche banale. Sei una minoranza, ma sei dentro, sei ovunque, ci sei!
Nelle tue mani deposito un primato impolverato: la leadership del maschio. Credo alla tua leggerezza infaticabile, alle tue lunghe gambe da cerbiatta, al ritmo incess...

Leggi tutto l'articolo