Rai cambia, 9 mega direzioni. Approvato il piano industriale

Con il piano industriale 2019-2021 approvato dal cda Rai nascono nove direzioni “orizzontali” di contenuto: intrattenimento prime-time, intrattenimento day-time, intrattenimento culturale, fiction, cinema e serie tv, documentari, ragazzi, nuovi formati e digital, approfondimenti.
Sul fronte informazione, il piano prevede di mantenere ‘autonomi’ i brand di punta dell’informazione Rai (Tg1, Tg2 e Tg3) e di potenziare il polo all news con la creazione di una testata multipiattaforma che integri Rainews, rainews.it, TGR e Televideo.
Il piano è stato approvato a maggioranza dal consiglio di amministrazione della Rai, riunito a Viale Mazzini il 6 marzo.
“Pone al centro i contenuti e le esigenze degli utenti, colmando il gap digitale accumulato rispetto al settore e venendo incontro agli obblighi del contratto di servizio”, spiega una nota di Viale Mazzini.
L’offerta della tv pubblica – come previsto dal contratto di servizio – sarà ampliata anche attraverso un canale in lingua inglese.