Rapina al portavalori, bottino da 90mila euro

Edizione SALERNO 27/11/2007 Rapina al portavalori, bottino da 90mila euro Pagani Rapina da 90mila euro a un portavalori in pieno centro cittadino.
L'audace colpo è stato messo a segno da due malviventi che hanno agito indisturbati e senza creare particolare clamore in via Trotta, una stradina che corre lungo la villa comunale di Pagani che termina con una scalinata dalla quale si accede allo spiazzo laterale alla scuola elementare Manzoni.
Le indagini dei carabinieri e della procura della repubblica di Nocera Inferiore stanno cercando in queste ore di ricostruire la dinamica della rapina.
Ieri mattina, alle otto e quattordici, è arrivato al corso Ettore Padovano il furgone portavalori dell'Istituto di vigilanza «Il Pino» ed ha parcheggiato.
Dal mezzo blindato è sceso una delle guardie giurate con la borsa contenente il plico di 90mila euro in contanti, ben sigillato.
Davanti a lui rimanevano da percorrere qualche decina di metri prima di arrivare all'agenzia della banca.
Un tragitto percorso chissà quante volte dalle guardie giurate.
Mentre l'agente privato stava percorrendo la stradina per arrivare alla sede paganese della Banca Antonveneta, all'improvviso è sbucato uno o due uomini che, a volto scoperto, hanno bloccato la guardia giurata, sembra sotto la minaccia di un'arma: i malfattori hanno portato via la pistola d'ordinanza alla GUARDIA GIURATA e il sacco da lui trasportato con l'ingente somma di denaro all'interno.
I due rapinatori sono andati via salendo con relativa calma le scale e confondendosi con i genitori che portavano a scuola i bambini.
Nessuno si sarebbe accorto di quanto accaduto in fondo alle scale: fatto ritenuto dagli inquirenti poco credibile.
Scattato l'allarme, sul posto della rapina, in pieno centro cittadino, sono giunti i carabinieri della tenenza di Pagani e della compagnia di Nocera Inferiore.
Nel frattempo, l'intera zona si è bloccata e il traffico è andato in tilt per qualche ora.
Gli uomini del tenente Marco Pittoni e del maggiore Massimo Cagnazzo hanno immediatamente fatto scattare i posti di controllo per bloccare i rapinatori.
Nonostante ogni sforzo messo in campo dalle forze dell'ordine dell'Agro nocerino e delle compagnia carabinieri del napoletano, i malviventi sono riusciti a farla franca.
Dalle prime indagini, pare che chi ha messo a segno il colpo sia dell'Agro nocerino, a giudicare dal loro accento.
La GUARDIA GIURATA è stata ascoltata sul posto dai carabinieri per acquisire ogni particolare della rapina per facilitare l'identificazione di colui o coloro che hanno messo a [...]

Leggi tutto l'articolo