Rapina al portavalori sull'A14 indagini a tutto campo

                         ABRUZZO 23/01/2008 Le forze dell'ordine hanno esteso gli accertamenti fuori regione.
Banda di professionisti Rapina al portavalori sull'A14 indagini a tutto campo Angela Pizzi Caccia serrata ai malviventi che lunedì pomeriggio hanno assaltato un furgone portavalori dell'Ivri sull'A14 poco prima dello svincolo per l'A25.
Il tutto si è consumato in una manciata di minuti, intorno alle 17.30.
I rapinatori, sette o al massimo otto, hanno simulato, a bordo di due mezzi (una Croma e un Doblò) un incidente stradale.
Poi hanno sparato dei colpi alle gomme del portavalori e con una fiamma ossidrica hanno praticato una fessura sulla parte laterale del blindato da dove hanno asportato tutto il denaro (oltre seicento euro).
Infine hanno disarmato le tre guardie giurate e sono fuggiti a tutto gas, facendo perdere le proprie tracce.
Poche le parole pronunciate.
Del volto avevano scoperti solo gli occhi.
Difficili le indagini.
I mezzi utilizzati dai malviventi non sono stati rintracciati.
Il modus operandi ha ricordato agli inquirenti, gli uomini della squadra Mobile, l'operato della banda che fino a qualche tempo fa era il terrore dei portavalori.
Sull'episodio si sono pronunciati i sindacati Cigl e Ugl.
Quest'ultimo invita ad una maggiore e responsabile attenzione le Istituzioni rispetto al problema criminalità.
Alle guardie giurate va, non solo la solidarietà, ma anche la condivisione per una battaglia in favore dei loro diritti troppo spesso dimenticati.
Da tempo la Ugl denuncia la irresponsabile latitanza della politica verso questo tema che attiene alla sicurezza dei nostri cittadini.
Non passa giorno che non vi siano operazioni di Carabinieri, Polizia di Stato o Guardia di Finanza atti a stroncare episodi di criminalità, che segnalano per l'appunto l'insorgere di una fenomenologia malavitosa tutta nuova per il nostro territorio.
Intanto la segreteria nazionale della Filcams Cgil ha già richiesto un incontro urgente al Ministero dell'Interno perché si attivi un tavolo per affrontare una volta per tutte il tema della sicurezza delle guardie giurate.
Da tempo le organizzazioni sindacali, infatti, denunciano la grave situazione di insicurezza in cui gli operatori di questo delicato settore sono costretti a lavorare.

Leggi tutto l'articolo