Rassegna Stampa. "Corriere.it" e Zichichi j.

L'associazione temporanea d'imprese composta dalla Syremont e dalla Cigno edizioni - quest'ultima gestita da Lorenzo Zichichi, figlio dell'assessore regionale ai Beni culturali Antonino - si è aggiudicata la gara da 2 milioni e 450 mila euro che era stata indetta dalla soprintendenza di Messina.
Le cinque società escluse, però, hanno presentato ricorso al Tar.
 «DISGUSTATO» - Il paventato, e molto criticato, possibile conflitto di interessi, avrebbe così preso forma.
La gara, infatti, nelle vari fasi, è stata seguita proprio dall'assessorato regionale dei Beni culturali, affidato da Crocetta al noto fisico Antonino, padre di Lorenzo.
Quest'ultimo, però, contattato dal Corriere del Mezzogiorno, precisa che ha già «dato mandato agli avvocati di verificare come la mia società possa uscire dall'Ati che si è aggiudicata l'appalto: dovranno verificare il percorso migliore in modo da non danneggiare i partners dell'Ati e il finanziamento europeo».
Di questi lavori, assicura Zichichi jr, il Cigno Edizioni, dunque, «non si occuperà».
Zichichi annuncia poi che non parteciperà più a gare siciliane, ma aggiunge di sentirsi amareggiato e quasi disgustato» dalle polemiche.
L’APPALTO - L'appalto prevede l'adeguamento tecnologico e l'allestimento di strutture pubbliche per «la conservazione ed esposizione di contenuti artistici e culturali contemporanei e nella organizzazione della rassegna “Eolie - Tappe di viaggio” con artisti di fama internazionale».
Le attività si svolgeranno a Lipari, Tindari e Filicudi.
ZICHICHI - «Abbiamo presentato la nostra candidatura alla gara tempo fa, quando Crocetta non aveva ancora vinto le elezioni: di certo non potevo prevedere che mio padre sarebbe diventato assessore ai Beni Culturali.
Ho già detto che eviteremo qualsiasi possibile conflitto di interessi, e in merito a quest'appalto, la mia società non se ne occuperà.
Però», aggiunge Zichichi, «potremmo anche stare parlando del nulla: altre società hanno presentato ricorso, dunque non è detto che alla fine quest'Ati si aggiudicherà l'appalto».

Leggi tutto l'articolo