Real San Piero - Crespadoro 2-2

Cari Seguidores, buon inizio settimana.
Innanzitutto, porgo le mie scuse per il ritardo con cui ho inserito questo post, ma il week-end è stato fitto di avvenimenti.
Iniziamo parlando della grande partita di Venerdì al campo parrocchiale di San Pietro.
In palio c’era la vetta della classifica e la prestazione delle due fazioni è stata all’altezza della sfida.
A dirigere la partita c’era la terna arbitrale.
Gli spalti erano gremiti da tifosi di entrambe le squadre, accorsi numerosi per assistere all’importante gara.
Subito dopo il fischio di inizio, gli antagonisti mettono in chiaro che l’intenzione è di vendere cara la pelle.
Il Real al gran completo inizia subito a dirigere la musica spingendo di potenza il Crespadoro nella propria metà campo costringendolo a continui falli tattici per spezzare il ritmo di gioco tenuto alto dai nostri ragazzi.
Il gioco, viene tenuto in mano dal Real che deve però fare i conti con una difesa agguerrita.
Non riusciamo infatti a filtrare attraverso le fitte maglie difensive, ma sono molti i tiri diretti in porta che vengono comunque fermati dal portiere avversario.
Nei primi dieci minuti, le due squadre si studiano molto anche se il Real mostra più determinazione.
La paura di commettere errori c’è, la partita è importante, perciò si gioca coperti.
Purtroppo intorno al quindicesimo, un’errore difensivo consente all’attaccante avversario di giocare bene un pallone arrivato dalle sue parti e, portatosi al lato destro della porta, scaglia un bel diagonale che batte il nostro Cengio che non ci arriva per un pelo.
Delusione sugli spalti ma non demoralizzazione.
Il tifo continua sfrenato e i nostri si riprendono subito continuando a bombardare le retrovie del Crespadoro.
Moltissime le occasioni da gol con sortite anche di Diego e del resto della difesa.
Ma non si riesce a realizzare.
Da segnalare una bellissima punizione battuta poco fuori dal limite dell’area avversaria dal nostro Chicco che ci fa sentire il suono della traversa.
Ma intorno al venticinquesimo proprio Chicco riesce a piazzare il pallone alle spalle del portiere avversario con un gran gioco di finezza che dimostra la lucidità e la freddezza con le quali il nostro giocatore gestisce la gara.
Esultanza della squadra e dei tifosi.
Ora la partita è riaperta.
Finisce intanto il primo tempo e le squadre si ritirano negli spogliatoi coscienti del fatto che il secondo tempo dovrà designare il vincitore.
Durante l’intervallo, il chiosco viene preso d’assalto dai tifosi che devono placare la propria sete [...]

Leggi tutto l'articolo