Recensione di “Royal baby” di Antonio Caprarica, Sperling & Kupfer, 2018

Questo è un libro di storia: non la storia noiosa a cui ci hanno abituato a scuola (guerre, battaglie, scismi, rivoluzioni), ma la storia narrata attraverso le vicende di persone molto particolari, ovvero re, regine e principi destinati a guidare nazioni e imperi.
L’autore ce li presenta quando sono appena in fasce, per poi passare a raccontarci la loro infanzia, adolescenza e giovinezza, sottolineando la sempre presente distanza tra la volontà dei loro augusti genitori di farne persone che non devono dare per scontati i privilegi derivanti dalla loro nascita, e la realtà ineluttabile che –di fatto- queste sono persone privilegiate (o sventurate?) solo ed esclusivamente per nascita.
Il risultato, spesso è “creare dei disadattati in lotta col proprio destino”.
Dalla originale descrizione delle vicissitudini subite da questi ragazzi e ragazze nei primi anni della loro vita, narrate dall’autore con uno stile piacevolissimo, raffinato e allo stesso tempo ricco di un humor sottile degno...

Leggi tutto l'articolo