Reddito di cittadinanza ad oltre 250 mila famiglie con invalidi

Sono 254.146 i nuclei beneficiari con invalidi civili – con almeno il 67% di invalidità – che beneficeranno del reddito di cittadinanza.
E’ quanto prevede l’ultima bozza – visionata dall’ANSA – della misura del decretone che, assieme a quota 100, dovrebbe andare sul tavolo del Consiglio dei ministri di giovedì.
Nella bozza è previsto che la prima offerta di lavoro, nel primo anno di reddito di cittadinanza, è prevista entro i 100 chilometri dalla località di residenza del beneficiario.
Dal dodicesimo mese in poi, la prima offerta di lavoro ha un confine geografico di 250 chilometri, mentre, dal diciottesimo mese il beneficiario può essere dirottato in tutta Italia.
Il testo, per quanto riguarda il primo anno di applicazione della misura, prevede che la seconda offerta di lavoro abbia un limite di 250 chilometri rispetto alla località di residenza del beneficiario mentre la terza offerta può avere come sede tutto il territorio italiano.
Intanto slitta l’esame del decreto legge sulle semplificazioni, all’esame delle commissioni Affari costituzionali e Lavori Pubblici del Senato.
Le votazioni potrebbero iniziare fra giovedì e venerdì mentre il vaglio delle ammissibilità è previsto per domani alle 15.
Possibile ma non ancora certo che i lavori parlamentari proseguano nel weekend e che sul decreto, una volta approdato in Aula a Palazzo Madama martedì 22 come stabilito oggi dalla conferenza dei capigruppo, il governo decida di porre la questione di fiducia.