Reddito di cittadinanza, nessuna coda a Milano in Posta e ai Caf

Milano, 6 mar.
(askanews) - Molto rumore per nulla.
A Milano non si sono verificati i temuti disagi nel primo giorno in cui è stato possibile chiedere il reddito di cittadinanza.
Nessuna coda si è registrata nei vari sportelli degli uffici postali della città, e neppure ai Caf dove la consegna dei moduli prevalentemente avviene attraverso appuntamento, come conferma Enrico Incerti, Operatore fiscale presso Acli Milano.
"C'è stato un po' afflusso ma non eccessivo perchè avevamo fissato degli appuntamenti della durata di venti minuti e quindi siamo riusciti a gestire il tutto senza particolari file e disagi".
Anche grazie alla campagna di informativa sulla stampa le persone che si presentano ai Caf hanno i requisiti necessari.
"Per ora tutti quelli che si sono presentati questa mattina avevano i requisiti, quindi erano tutte domande che si potevano presentare".
Attraverso un servizio capillare in città i patronati hanno assicurato informazioni e assistenza.
Tra tutte le sedi di Acli Milano sono circa 200 le domande gestite nel primo giorno, ma potenzialmente i numeri sono importanti.
"Noi ogni anno gestiamo circa 55mila dichiarazione Isee, di queste circa il 40% avrebbe diritto al reddito di cittadinanza, sulla base solo del valore Isee, cioè inferiore ai 9.360 euro, ovviamente ci sono altri requisiti c'è quello della residenza, perchè bisogna essere in Italia da almeno 10 anni, quindi non tutti possono accedere a questa agevolazione".

Leggi tutto l'articolo