Renaud Lavillenie interviene sull'eventuale sospensione della Russia da Rio 2016: potrebbe essere una "cosa positiva" per l'atletica

  atleticanotizie: Il primatista di salto con l'asta Renaud Lavillenie ha voluto esprimere la sua opinione rispetto al divieto imposto dalla IAAF di partecipare alle olimpiadi di Rio da parte della nazionale Russa.
“ Potrebbe essere una cosa giusta per aiutare lo sport a risolvere il -pasticcio del doping-, ma ammetto di avere molta comprensione per gli atleti puliti di quel paese”.
Ha dichiarato Renaud.
Il francese che ha stabilito il record mondiale dell'asta con m.
6.16 nel 2014, ha espresso la sua opinione in quanto secondo lui, questa esclusione potrebbe dare un messaggio forte contro il doping a tutto il mondo dello sport.
"Come abbiamo già visto in passato, la gente pulita paga anche per i meno onesti.
Per l'atletica russa si tratta di una brutta situazione perché una decisione a favore dell'esclusione andrebbe a penalizzare anche gli atleti che sono estranei a questa faccenda.
“Naturalmente- continua il francese- queste sono solo opinioni personali che esprimo sapendo che per me una eventuale assenza dei saltatori russi non influenzerebbe la mia lotta per l'oro a Rio in quanto non vedo grande concorrenza degli astisti di quel paese”.
In ogni caso l'ultima parola sulla vicenda spetta alla IAAF che dovrà decidere nella riunione del Consiglio per il 17 giugno prossimo.
     

Leggi tutto l'articolo