Renzi: "Con me presidente l'Italia non invaderà la Libia con 5mila uomini"

"Siamo già in tanti scenari di guerra.
Ma in Libia con 5mila uomini a fare un'invasione, con me presidente l'Italia non ci va".
Lo ha detto il premier Matteo Renzi intervistato da Barbara D'Urso a Domenica Live.
"Oggi una nostra missione in Libia non è all'ordine del giorno - ha aggiunto -.
Prima si deve costruire un solido governo in Libia, che abbia la possibilità di chiedere lui stesso un eventuale intervento della comunità internazionale".
"Guerra è una parola terribile e finchè faccio il premier non parlerò mai di guerra in modo sprovveduto - ha continuato Renzi -.
"Vedo gente che dice 'mandiamoci 5mila uomini'.
E' un videogioco? Ci vuole molta calma".
Il rapimento dei tecnici della Bonatti - Renzi si è poi soffermato sul rapimento dei tecnici della Bonatti, due dei quali uccisi e altri due tornati a casa.
"Bisognerà capire le responsabilità sul loro rapimento.
La vicenda è molto delicata e bisogna evitare strumentalizzazioni bieche di fronte al dolore", ha detto facendo riferimento alle polemiche politiche seguite all'uccisione di Failla e Piano.
Il premier ha poi aggiunto che i due italiani che si sono salvati hanno saputo "solo questa mattina della sorte dei colleghi".

Leggi tutto l'articolo