Renzi è tornato in palla, i renziani sono tornati in massa

Ma Renzi va avanti, è caricato a pallettoni, i renziani pure e, “dato che non si vota”, come ripete sorridendo a 48 denti (Zingaretti e i suoi avevano scommesso tutte le loro fiches su elezioni politiche anticipate proprio per operare un radicale ‘change’ dentro i gruppi parlamentari, oggi ancora largamente colorate dalle ’50 sfumature di grigio’ del renzismo, e per ottenere, finalmente, gruppi a loro fedeli), hanno fila e lana da tessere.
La rappresentazione plastica del fatto che ‘dirsi renziani’ non è più un’infamia e una colpa sono le prime fila, quelle ‘vip’, del teatro Puccini: da porte di servizio ed ascensori secondari, mentre il fan peone e solitario fa la fila sotto il sole cocente di Milano , entra la creme del renzismo di ieri come di oggi.
Maria Elena Boschi, ovviamente, discreta e imperiosa, ammirata da tutti (anche perché, onestamente, sempre più bella).
Le deputate Lucia Annibali e Teresa Bellanova, vari maschietti che sono deputati o, in ogni caso, renziani della prim...

Leggi tutto l'articolo