Renzi fa il pieno. Zingaretti tiene unito il Pd.

Il segretario ha concesso tre ministri alla minoranza interna per garantirsi una "pax" nel partito. Renzi esce bene dalla battaglia del Conte bis.
L'enfasi con cui Nicola Zingaretti saluta la nascita del governo Conte bis è ben comprensibile: il segretario del Pd è riuscito infatti a condurre unito il partito in uno dei passaggi più complessi degli ultimi anni, rafforzando anzi il rapporto con Matteo Renzi con cui si è più volte sentito nei giorni della crisi. L’aver riservato ben tre ministri alla minoranza interna, con tre figure vicinissime all’ex premier (Bonetti, Guerini e Bellanova), garantisce che l’intero partito sosterrà il nuovo governo ed apre una fase di “pax” interna essenziale per Zingaretti, che vuole anche lavorare a un riorientamento del partito nella società. Anche perché, come non nasconde Andrea Orlando, «le difficoltà» che porterà l’alleanza con M5s incombono.
«ABBIAMO FERMATO SALVINI»
«Bene questa svolta, ora è tempo di cambiare l’Italia», ha dichiarato Zingare...

Leggi tutto l'articolo