Renzi spinge per portare il Pd al centro e i suoi stuzzicano Zingaretti.

RENZI "se il M5s oggi perde voti è merito nostro, non dico che ci devono ringraziare ma non provino più ad allearsi con loro"
Per il momento Zingaretti non si pronuncia, ma nella migliore delle tradizioni della sinistra italiana lo spoglio dei voti non era ancora concluso che già in casa Pd ci si dava allegramente addosso. Stavolta forse con più garbo, ma comunque il primo a parlare è stato - nessuna sorpresa - l'onnipresente Renzi, che chiosa: "Abbiamo perso 120.000 voti assoluti rispetto alle Politiche del 2018 ma abbiamo recuperato quattro punti percentuali. Ma questo era abbastanza normale, visto che hanno votato Pd i D'Alema, Bersani o chi aveva votato per altri partiti come Prodi. È stato un buon pareggio".
Continua l'ex rottamatore: "Oggi la tattica del pop-corn dona una nuova chance al Pd e mostra l'insufficienza del M5s. Se oggi vedono sgonfiare il palloncino, lo si deve ai tanti, mi ci metto anche io, che hanno lottato per non fare l'accordo con loro. Non ci devono dire g...

Leggi tutto l'articolo