Reportage/ Era un paesino dimenticato da tutti, oggi è tra i principali poli turistici e commerciali della Galizia: ad Allariz il rilancio parte dagli outlet

   Era il tipico paesino dimenticato da tutti, oggi è tra i principali poli turistici e commerciali della Galizia.
Stiamo parlando di Allariz, poco più di 5mila abitanti in provincia di Ourense.
Un paese che in 15 anni ha cambiato faccia grazie alla politica di riqualificazione promossa dal sindaco Francisco García Suárez, esponente del Bloque Nacionalista Galego (BNG).
Uno scorcio di Allariz Il primo passo, una quindicina di anni fa, fu confiscare dei terreni abbandonati “per costruire due agriturismi e due piccoli musei che richiamassero almeno un turismo locale.
Così è nato il Parco Etnografico del Rio Arnoia.
Una zona che riunisce il muiño do burato, un omaggio alle attività artigianali tipiche della tradizione locale, ovvero la macinazione del grano e la concietura; il museo del tessuto che testimonia l’importanza dell’elaborazione del lino nel comune e il Mulino a due macine che dopo i lavori è tornato a produrre farina”, racconta ad Affaritaliani lo storico dell’arte e guida turistica Richard Riveira, che ci ha accompagnato nella visita del paese.
“Dopo le prime iniziative comunali anche i privati cominciarono a investire in tanti progetti, dal museo del giocattolo all’Hotel AC”.
Allariz La seconda significativa tappa del processo di riqualificazione di Allariz avviene alla fine del 2006, quando il sindaco firma un accordo per destinare un’intera strada agli outlet.
È un caso unico in tutta la Spagna, nessun altro paese della penisola ospita infatti nel centro storico degli spacci aziendali.
Ed è subito un successo.
Nei primi mesi del 2007 aprono i battenti 16 negozi a pian terreno e quattro edifici interamente destinati ai flag store.
Ad aderire al progetto ci sono marchi nazionali e internazionali: da Levis a Dockers, da Massimo Dutti ad Adolfo Domínguez.
E le richieste continuano ad arrivare: tra le prossime inaugurazioni si parla di Roberto Verino.
Il "pulpo", piatto forte della gastronomia galiziana E oggi? Si continua sulla stessa strada.
Ad Allariz si stanno realizzando un hotel di lusso, un campo da golf e ben 1.400 nuove case.
Ma il sindaco guarda oltre e mira a promuovere tutta la zona.
L’ultima novità, appena approvata, è un nuovo progetto che coinvolgerà il paesino di Santa Mariña de Augas Santas (non distante da Allariz).
Il fatiscente edificio affacciato sulla piazza della Chiesa diventerà un centro di laboratori e gallerie di artigianato e accoglierà il primo laboratorio specializzato in cesteria.
Un’operazione da 150.000 euro.
Insomma, Allariz è proprio un [...]

Leggi tutto l'articolo