"Restiamo umani", la marcia da Trento a Lampedusa contro odio e razzismo

L'ideatore John Mpaliza: "Una protesta nonviolenta contro le politiche di questo governo, ancora più' dopo i risultati delle elezioni europee"


Da Trento a Lampedusa, quattro percorsi per una sola marcia: si intitola 'Restiamo umanì e ha l'obiettivo di "mandare un messaggio chiaro alla politica". La manifestazione, spiega alla 'Dirè l'attivista e ideatore John Mpaliza, di origini congolesi e residente a Trento, "è una protesta nonviolenta contro le politiche di questo governo, ancora più dopo i risultati delle elezioni europee". Ma il messaggio è rivolto anche alle forze di opposizione: "Con le loro divisioni, e con la scarsa attenzione dedicata ai più deboli, hanno lasciato il campo a quelli che governano oggi". L'idea è di coinvolgere "persone, associazioni, organizzazioni e reti, locali o nazionali" si legge nel documento di lancio dell'iniziativa. "Per ora hanno aderito più di 50 associazioni- rivela Mpaliza - ma siamo certi che lo faranno ancora in tantissimi". 
Il percorso sar...

Leggi tutto l'articolo