Ri...cominciare

L'idea di avere una pagina bianca da riempire è allettante....e in quanto personaggio che ha il vizio riempire ogni spazio bianco....ho resistito fin troppo.Tutto o niente...fa parte delle mie aspettative di vita.Chi ha "tutto"...dalla vita si aspetta sempre qualcosa in più, chi ha "niente" si aspetta che la vita prima o poi possa donargli quel tutto che aspetta con ansia. Semplice come concetto; no?! Appartengo a quella categoria di persone che ha "tutto" e che si aspetta che la vita riesca a donargli ancora qualcosa in più....
o almeno appartenevo a questa categoria fino a qualche tempo fa.Avevo un lavoro, una casa, un compagno...una famiglia...la mia!Poi di colpo un giorno passi davanti allo specchio, ti guardi, di sfuggita, e ti vedi diverso.Così cerchi di osservarti con più attenzione...e noti che sono i tuoi occhi ad essere diversi, noti che sono i tuoi occhi che ti guardano in modo diverso.
Una malattia?! No...semplice voglia di cambiamento, semplice presa di coscienza che ti fa capire che quello che hai non è quello che vuoi, che quella vita da te tanto sognata, immaginata....
non è realmente quello che cerchi, non è quello che fa per te.Di punto in bianco cerchi di frenare, di tornare sui tuoi passi...ma dato che indietro non puoi tornare; l'unica cosa che ti resta da fare è cambiare decisamente strada, svoltare, senza chiederti da che parte andare,ma semplicemente cambiare rotta.
Non è facile, ma è affascinante, una volta che prendi coscienza di cosa sei, tutto risulta più affascinante, divertente, differente dall'ordinario...
dalla routine...(le abitudini: una pessima cosa!!!) .
Ogni giorno sembra diverso anche se uguale al precedente perché lo vivi diversamente, in una condizione diversa ...
ed impari.  Impari che la solitudine non è poi così male, che lo stare soli ti aiuta a conoscerti, che ognuno di noi ha bisogno di qualcuno e che quel "qualcuno" puoi essere anche te stesso.
 

Leggi tutto l'articolo