Rifondazione in parti

In questi tempi di leghismo dilagante, neofascista e razzista, qual è oggi il nuovo idealtipo coniato dalle cronache politiche con il termine di “salvinismo”, ci saremmo attesi una più significativa risposta da parte dell’intellettualità di sinistra, che ha perso invece l’egemonia culturale e ogni sorta di contatto con il popolo, sempre più orientato verso destra. Appurato che la dicotomia categoria tra conservatorismo e progressismo, o meglio tra destra e sinistra, spiegata da Norberto Bobbio, è tramontata soltanto per i sostenitori del nuovo dispotismo giallo-verde attualmente al potere in Italia, mentre assume i toni, sempre più drammatici per la democrazia, della contrapposizione fra ricchi, da una parte, e poveri, dall’altra, traducendosi, sul piano politico, nell’azzeramento delle istanze di sinistra, completamente soffocate dal populismo di destra; la situazione è quantomai critica.
Se si considera lo stato del cosiddetto “centrosinistra”, sempre più lontano dalle masse, coi ten...

Leggi tutto l'articolo