Rihanna fa causa alla Topshop per 5 milioni di dollari

Rihanna ha deciso di denunciare la compagnia di vestiti inglese Topshop per l'uso improprio di alcune immagini che la ritraggono, senza il suo consenso.C'è da considerare però che in Gran Bretagna è possibile comprare e riutilizzare le foto, senza dover pagare alla celebrità ritratta una commissione per l'utilizzo della sua immagine.
L'unico obbligo economico è nei confronti del fotograto proprietario della foto.Rihanna è a conoscenza di questa legge, ma secondo il New York Post ha deciso di andare comunque avanti con la causa:“Il management di Rihanna ha chiesto diverse volte a Topshop di smettere di vendere la sua immagine e si è sentito rispondere “Facciamo quello che vogliamo”.
La cosa più offensiva per Rihanna è che loro hanno fondamentalmente risposto ‘Vai all’inferno, non ci interessa, continueremo a venderti’.
Le hanno offerto 5000 dollari e le hanno detto che a loro non importa”Allora la popstar ha deciso di puntare i piedi "Anche se le leggi britanniche non proteggono l’artista, Rihanna ha deciso di andare avanti e citare Topshop.
Dice che è questione di principio e vuole farne una dichiarazione d’intenti.
Stanno avvantaggiandosi a spese degli artisti.
È solo sfruttamento.
Quello che stanno facendo è sbagliato". 

Leggi tutto l'articolo