Risarcimento del danno alla professionalita' e del danno biologico

Risarcimento  del  danno  alla  professionalita' e  del  danno  biologico
 
1. Premessa
2. Danno alla professionalità e sue componenti. Se sia "in re ipsa" o necessiti di prove da parte del lavoratore
3.Tecniche e misure di quantificazione, su base equitativa, del danno alla professionalità
4.L'insorgenza ed il risarcimento del danno biologico
5. Nesso di causalità del danno biologico
6.Il danno biologico ed il danno morale da "molestie sessuali"
7.Conclusioni
 
1.         Premessa
Nella concreta vita aziendale non è infrequente imbattersi in situazioni di assegnazione datoriale del prestatore di lavoro a mansioni dequalificate (cioè riduttive del patrimonio di conoscenze e di perizia acquisito ovvero non equivalenti, nel senso di cui all'art. 2103 c.c., alle ultime disimpegnate) o addirittura di confinamento nella mortificante condizione di vera e propria inattività (o inoperosità), senza assegnazione di alcun compito cosicché il contributo del lavoratore alla propria azienda si esaur...

Leggi tutto l'articolo