Rischi per le lavoratrici in gravidanza

Che i rischi lavorativi per le donne in gravidanza fossero maggiori rispetto a quelli che corre una lavoratrice in una situazione normale era palese, ma si è dimostrato che per quelle lavoratrici in gravidanza, che l’esercizio delle proprie mansioni prevede un’esposizione ai solventi, hanno un rischio più elevato di avere nascituri con malformazioni congenite.
Secondo recenti studi messi in atto da un equipe di cinque ricercatori francesi in Bretagna (Francia) dal 2002 al 2005, si è infatti riscontrato che le donne che svolgono appunto mansioni come parrucchiera, estetista, operatore sanitario abbiano una percentuale di possibilità più elevata di avere figli con malformazioni tipo il labbro leporino e malformazioni dell’apparato urinario e genitale per i maschi.
E’ stato anche pubblicato un articolo sul giornale scientifico Occupational and Environmental Medicine, il quale studia gli sviluppi della ricerca sulla salute nei luoghi di lavoro.
Delle donne seguite durante lo studio, circa 3421, il 2,5% ha avuto nascituri con affetti da tali malformazioni.
Un dato preoccupante e che fa riflettere ancora di più sul fatto che tutelare della donna lavoratrice in gravidanza è un aspetto ancora da affrontare in modo adeguato.

Leggi tutto l'articolo