Risparmiare sulle cartucce, come?

Chiunque abbia in casa una stampante si sarà posto almeno una volta la domanda “Come risparmiare sulle cartucce?” È vero, costano molto, soprattutto se stampiamo a colori, e purtroppo non possiamo farne a meno se vogliamo continuare ad usare la nostra stampante.
Ma piegarsi ai prezzi imposti dai negozi per prodotti di brand non è l'unica soluzione, nella vostra faretra c'è ancora qualche freccia per centrare l'obiettivo risparmio.
Primo suggerimento: invece del solito hp color toner preso vicino casa provate a vedere quanto costa online, sicuramente riuscirete a risparmiare qualcosa.
Se poi lasciate la strada delle grandi marche per quella dei prodotti compatibili avrete a disposizione un vasto assortimento di brand meno conosciuti, ma con ottimi prodotti a prezzi di gran lunga inferiori.
In linea generale la maggior parte delle stampanti supportano senza troppi problemi cartucce e toner compatibili, potreste incontrare qualche difficoltà sui dispositivi di fascia alta che funzionano invece con cartucce provviste di chip elettronico di riconoscimento.
Esiste anche una terza alternativa, forse quella più conveniente, ovvero di provvedere fai da te alla ricarica delle cartucce stampanti.
Come? È molto semplice e cosa più importante, economico.
Ogni cartuccia è provvista di specifico augello per la la ricarica dell'inchiostro (a volte visibile, altre volte posto sotto l'etichetta), vi sarà sufficiente comprare un kit ricarica di quel dato colore e riempire la cartuccia d'inchiostro con l'apposita siringa in dotazione.
I kit di ricarica si trovano facilmente in negozi tipo Pink, dedicati ai consumabili da ufficio, oppure online; si tratta di flaconcini monodose di colore (è possibile trovarli anche più grandi) con siringa versa colore inclusa.
Questi sono i consigli basilari per risparmiare quanto possibile nell'acquisto di consumabili di stampa quali le cartucce.
È richiesto un minimo di impegno aggiuntivo nella ricerca, ma sicuramente a lungo andare i benefici per il portafogli si faranno sentire.
Per i toner il discorso non cambia, l'unica differenza sta forse nella ricarica fai da te, per la quale è consigliato rivolgersi a dei professionisti se non avete mai fatto la ricarica prima d'ora.
Chi invece ha cartucce con chi elettronico non riscontrerà problemi con la ricarica, ma dovrà stare attento alla scelta delle cartucce compatibili ex novo, dato che non tutte vengono riconosciute; meglio informarsi online ancora prima di acquistare.

Leggi tutto l'articolo