Risultati Campaccio 2016: Bene l'Italia con Stefano La Rosa e Veronica Inglese

atleticanotize, 7 gennaio 2016: L'edizione numero 59 del Campaccio ha visto la vittoria dell’etiope Imane Merga che in volata si aggiudica il cross di San Giorgio su Legnano, seconda tappa del circuito Iaaf Country Permit Meeting.
Un ottimo Stefano La Rosa, chiude settimo in 29’29”, anche lui al termine di un lungo duello durato più giri con la giovane promessa Yeman Crippa che gli ha dato filo da torcere fino all’ultimo provando anche ad andare via nell’ultimo chilometro senza successo.
Un testa a testa da brividi che ha visto il grossetano La Rosa primeggiare, forse anche grazie ad una maggiore esperienza.
Bravo comunque il ragazzo di origine etiope che termina ottavo in 29’30” alla sua prima volta nel Campaccio dei grandi.
Gara maschile con gli atleti africani a farla da padrone ed in gruppo davanti a tirare e ad occupare le prime sei posizioni.
Un ultimo giro corso a ritmi forsennati, con Imane Merga che cerca e vuole la vittoria, sta davanti al gruppetto nelle curve e tra le colline dei prati intorno allo stadio Angelo Alberti, abbassa la testa e spinge più che può senza però riuscire a creare un vero gap.
Il connazionale etiope Hasin Haji lo tallona così come il keniano Jairus Birech.
E’ volata finale a tre, Merga è il più brillante e fa suo il Campaccio per la prima volta dopo il terzo posto del 2014.
Alle sue spalle col medesimo tempo di 28’50” Hasin Haji, campione mondiale junior di cross del 2015 e terzo Jairus Birech in 28’54”.
Nella competizione femminile è Veronica Inglese settima in 19’59” a dare all'Italia il miglior risultato di giornata.
L'azzurra conferma di essere in una fase positiva della stagione appena iniziata e fa ben sperare per il futuro in chiave Rio.
Partenza rallentata e addirittura per ultime del gruppone per le atlete africane, forse sicure di poter recuperare durante i 6km del tracciato o forse per non rischiare di avere qualche chiodata delle tante avversarie nella bolgia e bagarre iniziale.
E’ la triatleta Sara Dossena a prendersi l’onere di tirare il gruppone, finirà decima in 20’23”, terza italiana.
Già nel secondo giro le stesse Aprot, Jebet, Masai, Cherono fanno gara da sole davanti dando spettacolo e scaldando le mani del tantissimo pubblico pronto ad applaudire un simile spettacolo.
Hanno un altro motore, un’altra falcata, un’altra leggerezza queste ragazze di colore che arrivano dagli altipiani.
Anche qui è volata seppur di più lungo raggio, meno violenta di quella maschile ma comunque redditizia e di valore.
Alle spalle di Alice [...]

Leggi tutto l'articolo