Risultato e video gol highlights ampia sintesi hd della partita Juventus - Napoli anticipo di sabato serie A 2012/2013 del 20/10/2012 in diretta live streaming gratis ore 18:00

Serie A: La panchina della Juve stende il Napoli.
Una partita intensissima è decisa a 10 minuti dalla fine dall'uno-due terrificante della Juventus: prima Caceres infila di testa, poi Pogba trova l'eurogol al volo.
Bianconeri che proseguono così la loro corsa in vetta alla Serie A e staccano proprio il Napoli.
Sono i dettagli a fare la differenza tra il vincere e il perire.
E’ questa la massima che si racchiude dietro Juventus-Napoli e che permette ai bianconeri, per la 47esima volta, di proseguire il proprio cammino senza intoppi e rimanere in vetta alla Serie A.
Al Napoli – un ottimo Napoli, giusto ricordarlo – è fatale una piccola disattenzione nel momento clou della gara.
Martin Caceres infatti, l’uomo che sblocca l’equilibrio con un colpo di testa da calcio d’angolo a 10 minuti dalla fine, viene completamente perso da una difesa partenopea in cui ancora si scorgono i fantasmi di Stamford Bridge mandando così la Juve al settimo cielo.
L’opera della panchina bianconera (Caceres era subentrato ad Asamoah da appena 2 minuti) è completata centoventi secondi più tardi dal capolavoro balistico del giovane Paul Pogba che con un sinistro al volo dai 30 metri trova la prima gioia in A e allo stesso tempo regala al campionato, se ancora ci fossero dubbi, il nome della vera squadra da battere.
LA PARTITA - Che Conte e Mazzarri potessero affrontarsi solo in un certo modo era chiaro alla vigilia e come tale si è confermato in campo il primo tempo.
La filosofia base di entrambi – fisicità e intensità – è ampiamente rispettata dai 22 sul rettangolo di gioco ma, ad avere la meglio, almeno nei primi minuti, è il metodo di applicazione di Conte che più che preferire il contropiede, sceglie di tenere il possesso del pallone e schiacciare l’avversario con il pressing.
Il Napoli però, pur soffrendo in avvio e chiamando all’intervento De Sanctis dopo soli 60 secondi su un ottimo spunto di Giovinco, rimane sì schiacciato nella propria metà campo ma si difende con ordine e non permette alla Juventus di creare vere occasioni da rete.
L’ESALTAZIONE DEL RITMO - Il merito dei partenopei è però quello di essere una squadra di grande personalità e, alla prima vera sortita offensiva, trovare l’occasione migliore dei primi 45 minuti.
Al 27’ Hamsik trova l’inserimento e Vidal, con troppa foga, interviene in maniera scomposta al limite dell’area: la punizione è da posizione defilata, ma Cavani lascia partire un destro a giro di rara potenza; il pallone supera Storari e l’incrocio dei pali salva la [...]

Leggi tutto l'articolo