Risultato e video gol highlights ampia sintesi hd della partita Lazio - Juventus posticipo di Lunedi serie A 2012/2013 del 15/04/2013 in diretta live streaming gratis ore 20:45

Serie A - Lazio ko: la Juventus vede lo scudetto.
La formazione di Conte vince 2-0 all'Olimpico grazie a una doppietta di Arturo Vidal: il vantaggio sul Napoli secondo in classifica sale a 11 punti.
Per il titolo matematico ne basteranno 7 nelle prossime 6 partite...Serve ancora la matematica per poterlo affermare in via ufficiale, ma - con il successo ottenuto all’Olimpico contro la Lazio – la Juventus chiude definitivamente la pratica-scudetto.
E per Conte e la sua squadra si tratta del secondo titolo di fila.
Difficile, infatti, per non dire impossibile, che il Napoli possa recuperare ai bianconeri gli 11 punti (che poi sono 12 per via degli scontri diretti a favore della Juve) che separano le due squadre in classifica.
E alla fine del campionato mancano appena 6 giornate.
EMERGENZA LAZIO, JUVE CON IL 3-5-1-1 - Per la prima volta in questa stagione, fatta eccezione per una gara in Coppa Italia proprio contro la Lazio, Conte sceglie il modulo con una punta sola, Vucinic.
Alle spalle del montenegrino Marchisio: questa decisione è presa soprattutto per non dover rinunciare a Pogba, uno che - nonostante l'età -potremmo già considerare come un titolare.
Chiellini è infortunato: gioca Peluso.
Nella Lazio, fra infortuni, squalifiche e scelte societarie, mancano la bellezza di 8 difensori: Petkovic si affida sugli esterni a Gonzalez, che non è al meglio, e Stankevicius, che non è titolare da 14 mesi.
Centrali Cana, che non è un difensore di ruolo, e Ciani.
Dal centrocampo in su è la Lazio tipo: manca solo Lulic, ma torna Mauri dopo oltre due mesi.
Ledesma regista basso, Klose in campo dal primo minuto.
VIDAL IN FORMATO FENOMENO - Contrariamente a quello cui si assisterà nel corso della partita è la Lazio a partire meglio: i giocatori di Petkovic corrono di più e vanno altissimi nel pressing.
Ma è un fuoco di paglia.
Alla Juve bastano meno di dieci minuti per sistemarsi e mandare Vucinic dentro l’area di rigore avversaria: il resto lo fa un’entrata sciagurata di Cana, che stende il montenegrino, si becca un giallo sacrosanto e spedisce Vidal sul dischetto.
Marchetti è spiazzato e il cileno può festeggiare il sesto gol del suo campionato.
Pochi minuti dopo, Vucinic ha la palla del 2-0, ma sul suo tocco di suola da distanza ravvicinata Marchetti si supera.
La grande occasione per la Lazio capita sui piedi di Cana, quelli sbagliati, ma il sinistro del giocatore albanese non trova la sfera a tu per tu con Buffon sugli sviluppi di un angolo dalla sinistra.
Conte dalla panchina sembra un indemoniato: vuole che i [...]

Leggi tutto l'articolo