Ritratti Italiani Guercino Bacon I Disegni

Ritratti Italiani       I ritratti più significativi che percorrono la nostra storia dell’arte si situano tra il tardo Manierismo e il XVII secolo e rappresentano il periodo di massimo splendore di questo genere espressivo, l’epoca in cui rivisse e si rinnovò l’antica tradizione, rimossa sin dai tempi della tarda classicità, della rappresentazione realistica e attenta alla definizione dei caratteri individuali di personaggi facoltosi o particolarmente in vista nella società.
E’ il periodo in cui furono definiti tutti i modelli, i sottogeneri e le forme che avrebbero influenzato la ritrattistica dei secoli a venire.
Si pensi al , perlopiù appannaggio di nobili e sovrani, a quello , o anche alle numerose varianti dell’allora dominante , in cui il modello si rivolge all’osservatore nei modi più disparati: dal profilo – classicheggiante ed evocante una dignità ieratica  - alla posa di , fino alla trasfigurazione frontale, quasi sempre molto suggestiva per il suo approccio diretto con lo spettatore.
Il corpo e la pittura hanno riproposto il valore dell’uomo attraverso il suo volto, hanno esplorato i moti dell’animo studiando i tratti disegnati sul viso, tra avanzamento e regressione, declini e felici intuizioni.
La spinta creativa che animava la loro ricerca si è trasformata nel tempo: in fotografia, video, performance e Body Art, installazione, Identy Art, ecc… Gli artisti contemporanei, in un felice ritorno alla figurazione, hanno lavorato molto, in questi anni, su ritratto e sulla figura umana, sperimentando nuove suggestioni.
Nella mostra  a Cento (Ferrara)“Ritratti italiani”, divisa tra le sale della Galleria d’Arte Moderna e nel suggestivo spazio della ex Chiesa di San Lorenzo,  aperta fino al 30 agosto 2010  (catalogo Christian Maretti Editore), sono riuniti i lavori di una trentina di artisti contemporanei italiani, o comunque abitanti in Italia, che, con intenti e modalità  diverse, hanno lavorato su questo tema.
Il percorso espositivo inizia con la visione dei “disegni italiani” di Francis Bacon la cui storia cosparsa di presunti intrighi, trhiller e  la cui sintesi la si può ritrovare nel romanzo giallo di Giorgio Soavi “Viaggio in Italia di Francis Bacon” (Allemandi editore), e in quello più recente di Alessandro Riva  “Indagine su Bacon” (Maretti Editore).
Le ragioni di questo ingresso baconiano nasce dalla concomitanza con la mostra sui disegni di Bacon e del Guercino alla Pinacoteca di Cento che hanno dato seguito a questo evento che crea, a sua volta, nel [...]

Leggi tutto l'articolo