Ritratti di donna:Sibilla di Gerusalemme

Sibilla di Gerusalemme (Gerusalemme, 1160 – Acri, luglio 1190) è stata regina di Gerusalemme dal 1186 alla morte.
Figlia primogenita di Amalrico I e di Agnese di Courtenay, fu sorella di Baldovino IV, sorellastra di Isabella e madre di Baldovino V.
Fu anche Contessa di Giaffa e Ascalona.
I Origini e infanzia Nei suoi primi anni di vita la principessa Sibilla fu affidata alle cure della prozia Ivetta di Betania, badessa del convento di San Lazzaro fondato nel 1138 dalla regina Melisenda, sorella di Ivetta.
Qui Sibilla fu iniziata allo studio delle Scritture e delle tradizioni della Chiesa cristiana.
Le prime manovre dinastiche per combinare un vantaggioso matrimonio per la principessa ancora bambina ebbero inizio nel 1169 in occasione di una missione diplomatica in Europa inviata dal re suo padre e capeggiata da Federico di la Roche, Arcivescovo di Tiro.
Le nozze di Sibilla rappresentavano una questione politica di primaria importanza, visto che il principe Baldovino, secondogenito dei sovrani di Gerusalemme e unico fratello della principessa, era affetto da una malattia che successivamente sarà confermata come lebbra.
Pretendente alla mano di Sibilla fu Stefano I di Sancerre, un giovane nobiluomo dalle ottime credenziali, che decise di raggiungere l'Oriente per concludere l'accordo col re Amalrico.
Ma appena giunto a Gerusalemme, per ragioni sconosciute, l'uomo cambiò idea e se ne tornò in Francia.
Il regno di Baldovino IV Nel 1174 Amalrico I morì e il tredicenne Baldovino fu incoronato re sotto la reggenza prima di Milone di Plancy, poi di Raimondo III di Tripoli.
Con la collaborazione di quest'ultimo, nel 1176, il giovane sovrano combinò le nozze di Sibilla con il conte di Giaffa e Ascalona Guglielmo del Monferrato, detto Lungaspada, maggiore dei figli del marchese Guglielmo V e cugino di Luigi VII di Francia e di Federico Barbarossa.
La principessa Sibilla fu investita ancor prima delle nozze del titolo di Contessa di Giaffa e Ascalona – già detenuto da sua madre Agnese – che venne così ad associarsi all'erede al trono.
Le nozze col Lungaspada e la vedovanza Il matrimonio ebbe luogo nell'autunno di quell'anno, ma già nel giugno dell'anno successivo Guglielmo morì, forse di malaria, lasciando Sibilla vedova e in attesa di un figlio.
Nato nel 1178, il figlio postumo di Lungaspada prese il nome di Baldovino, secondo la tradizione della dinastia regnante.
La principessa vedova continuò a rappresentare un capitale ambitissimo per schiere di nobili e avventurieri in cerca di promozione politica.
Fra essi si [...]

Leggi tutto l'articolo