Ritrova il gatto perduto dopo 14 mesi: era alla fabbrica di cibo

Dopo 14, lunghi, mesi dall’ultimo avvistamento, una coppia è riuscita a ritrovare il gatto scomparso.
Denutrito? Macché, era grande il doppio! La storia ha dell’incredibile: Tanya e Jonathan Irons, i proprietari di Clive (un gatto norvegese delle foreste), avevano tappezzato tutto il vicinato con poster e volantini per ritrovare il loro amato animale domestico.
Nulla da fare: nessuno nei dintorni aveva avvistato Clive.
Tanya ha raccontato: «Clive è molto birichino ed amava andare fuori.
Abbiamo pensato che qualcuno l’avesse preso con sé dal momento che è un gatto adorabile».
In realtà, però, nessuno aveva portato a casa il gatto.
Durante la sua “latitanza”, infatti, l’animale era solito rubare del cibo per gatti in una fabbrica di alimenti per animali domestici a oltre 3 km di distanza.
Una volta che si sono accorti del cibo mancante, i dipendenti hanno costruito una trappola per capire chi fosse il “ladro”.
L’espediente ha funzionato e Clive è stato catturato.
Diane Gaskill, supervisore della fabbrica, ha raccontato: «Ho provato a catturare il ladro per settimane, fino a scoprire che avevamo un gatto che abitava nel magazzino.
L’ho visto passare davanti a me e abbiamo trovato anche degli escrementi.
Una volta attivata la trappola, l’abbiamo preso.
Sapeva che il gioco per lui era finito».
Diane Gaskill ha poi fornito ulteriori dettagli: «Abbiamo portato l’animale del veterinario e siamo riusciti a risalire al numero dei proprietari.
Abbiamo subito telefonato e non potevano credere alle loro orecchie».
Il direttore commerciale della compagnia, Colin Lewis, ha aggiunto: «È incredibile.
Il magazzino con il cibo per animali domestici è di 20 mila metri quadrati.
Clive mangiava solo cibo per gatti.
Secondo me pensava di vivere in un attico!».
Una volta riunita la famiglia, Tanya e Jonathan Irons hanno scoperto che il loro gatto aveva raddoppiato le sue dimensioni nei quattordici mesi in cui era stato lontano da casa.
Tanya ha raccontato: «Clive aveva 9 mesi quando lo abbiamo perso ed era molto più piccolo.
Siamo rimasti scioccati.
Penso si sia divertito a banchettare tutti quei mesi.
Prima non era un gran mangiatore, ma doveva sempre mangiare molto velocemente per evitare che i fratelli gli rubassero il cibo.
Probabilmente era felice di non dover competere con loro».
Tanya ha escluso di mettere a dieta Clive: «Ora ha un enorme appetito.
È solo un po’ più rotondo, ma è felice».

Leggi tutto l'articolo