Rivisitare Battisti

Ritrovata l'autoradio sto facendo un'auto-corso di seconde e terze voci sul cd tributo a Battisti allegato al mucchio extra estate fottendomene allegramente delle persone sulla corsia opposta che vedono un pazzo a folle velocità andargli contro a bocca spalancata.Non provino a lamentarsi.Già non vado a fari spenti nella notte...Non stravedo per Battisti ma ormai anche solo per induzione so qualche testo a memoria e in macchina mi sembra di essere il miglior armonizzatore del mondo.Poi va detto che alcune delle band giovanotte che si cimentano in questa prova sciorinano versioni abbastanza intriganti.Rivisitare Battisti...Mai fatto innamorare Battisti a me.E sì che io sono un amante della musiche più noiose del globo,ma Battisti non mi ha mai preso.
Lalli,Smog,Nick Drake e tutta la depressione sonora degli ultimi 50anni hanno avuto un ruolo sacro nel disinnescare la mia energia quando non sapevo o non potevo indirizzarla ma Battisti l'ho saltato.
Solo qualche dieci ragazze e col nastro rosa in qualche vecchia schitarrata.Forse dovrei risentirlo,potrei uscire dai miei corto circuiti con un po' di nazionalpopolarità ben rodata.Ma poi ripensandoci è troppo  bucolico.
Mi viene l'allergia solo a cantarlo.E le distese,gli scogli,i prati,le libellule,fiori di rosa,fiori di pesco, fiori anche in bocca...una tortura.
Poi ha questa ossessione per il morire.
Vediamo se è così facile morire,il tempo di morire...meno male che amarsi un pò aiuta sai a non morire però piuttosto che niente bisogna non aver paura di innamorarsi troppo.Un gran casino Battisti e io devo impermeabilizzare l'umore o cambiare il cd nell'autoradio o ne esco pazzo anche stavolta.

Leggi tutto l'articolo