Rivolta Araba: Insurrezione o Rivoluzione?

A beneficio dei pochissimi e sempre più rari interessati, rendo disponibile in formato pdf il mio ultimo saggio dedicato alla cosiddetta Rivolta Araba.
Per leggerlo, cliccare qui: Rivolta Araba di Eugenio Orso_7 marzo 2011.pdf Segue la breve premessa:    Rivolta Araba: Insurrezione o Rivoluzione?         di Eugenio Orso Premessa   Coloro che vivono in occidente e nel nord del pianeta, in qualche misura soggetti alle lusinghe, alle manipolazioni ed alle illusioni capitalistiche, sono portati a credere che lo stesso Antagonismo, la critica al capitalismo, l’opposizione politica e sociale al potere vigente non possono che nascere in quella parte del mondo, nella quale ha avuto origine il modo storico di produzione dominante e dalla quale si sono irradiati, per almeno due secoli, modelli politici ed economici, aspetti culturali ed ideologie venduti come universali, forme di governo particolari, stili di vita e nuovi costumi.
Ma non è affatto scontato che in futuro sia l’occidente a guidare le trasformazioni del mondo, come non è scontato che le rivolte, le manifestazioni dell’Antagonismo, gli stessi processi rivoluzionari debbano per forza nascere nel centro del sistema e non nella sua periferia.
Il capitalismo contemporaneo ed i processi di mondializzazione economica hanno creato una vasta periferia vitale, in espansione demografica ed economica, apparentemente sottomessa alle loro logiche e alle loro dinamiche come il nord e l’occidente del mondo, ma lacerata da nuove contraddizioni che si sovrappongono alle antiche mai definitivamente sopite, ed è in questa periferia che si è sviluppata la cosiddetta Rivolta Araba.
La questione delle sollevazioni popolari del Maghreb, che hanno contagiato il resto del mondo arabo, l’Iran teocratico e sciita e la stessa Cina capitalista, merita di essere trattata con una certa attenzione, non soltanto per la sua complessità e i suoi possibili effetti sugli equilibri geopolitici mondiali, ma soprattutto perché questa catena di rivolte locali, che presentano qualche elemento in comune, potrebbe preludere all’avvio di un vero e proprio processo rivoluzionario.
Solo il futuro potrà rivelarci se la generale rivolta dei popoli arabi, che pare aver spiazzato nella sua prima fase sia gli occidentali sia gli islamisti, assumerà i lineamenti peculiari di una vera ed inedita Rivoluzione, oppure sarà destinata a rifluire progressivamente, dopo aver abbattuto i despoti locali ed aver prodotto, all’interno dei paesi interessati, qualche cambiamento politico non [...]

Leggi tutto l'articolo