Roberto Bolle: quello che ancora non sai di lui

Talentuoso, sorprendente, unico: Roberto Bolle è il ballerino italiano più amato nel nostro Paese e nel mondo.
Principal dancer dell’American Ballet Theatre di New York ed étoile del Teatro alla Scala di Milano, anche nel 2019 Bolle sarà il protagonista di Danza con me, il super show in onda il primo gennaio in prima serata di cui è creatore, protagonista e direttore artistico.
Una grande prova per il ballerino, che grazie alla sua performance ha già conquistato il Rose D’Or, prestigioso premio internazionale assegnato al programma di intrattenimento a livello europeo.
Dagli esordi sino al grande successo, sicuri di sapere tutto di lui? Ecco qualche curiosità che pochi conoscono sulla vita di Roberto Bolle.
Il talento innato - Classe 1975, è nato a Casale Monferrato, in provincia di Alessandria.
Arriva da una famiglia semplice e lavoratrice, con una madre casalinga e un papà meccanico.
L'amore per la danza inizia prestissimo, a 6 anni, quando Bolle si iscrive ad una scuola di ballo a Vercelli.
Ha solamente 11 anni quando supera l'esame per entrare nella scuola del Teatro alla Scala di Milano, mostrando un talento naturale che impressiona tutti.
Le difficoltà - Per inseguire il sogno di diventare un grande ballerino, Roberto lascia la famiglia e si trasferisce a Milano, dove inizia a frequentare l'Accademia.
Il suo percorso è difficile, segnato da anni di duro lavoro sul palco e di studio, ma lui non si scoraggia, tanto che riesce persino a conseguire la maturità scientifica.
Il ruolo mancato - Il suo esordio sarebbe dovuto arrivare nell'opera Morte a Venezia, ma i professori dell'Accademia alla Scala lo convincono a rifiutare, certi che Roberto non sia ancora pronto per affrontare una prova simile vista la sua giovane età.
Il segno del destino - In seguito è il destino a fornire a Bolle l'occasione per arrivare al successo.
L'infortunio di un ballerino lo spinge ad entrare in scena.
Viene scelto per interpretare al Royal Albert Hall il principe Sigfrido e da subito un trionfo.
L'amore - Molto riservato, Bolle non ha mai parlato della sua vita privata.
Nel 2015 però viene fotografato mentre bacia Antonio Spagnolo, noto chirurgo plastico milanese.
In seguito l'uomo rilascia un'intervista al settimanale Oggi, parlando della loro relazione: "Quello che c’è stato tra me e Roberto è sotto gli occhi di tutti.
Lo avete visto e non c’è niente di male, niente di cui vergognarsi - spiega -.
È stata una passione, anzi, direi un grande desiderio di conoscersi.
Un bell’inizio, ma è andato [...]

Leggi tutto l'articolo