Roma, 1943: Ebrei venduti ai nazisti - 5.000 lire a chi li denunciava... Vi ricorda qualcosa?

 

 
.
SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti
.
.
Roma, 1943: Ebrei venduti ai nazisti - 5.000 lire a chi li denunciava... Vi ricorda qualcosa?
Ebrei italiani: circa la metà dei deportati nei campi di sterminio lo furono a seguito di spiate da parte di italiani. Per la taglia di 5.000 lire su ogni ebreo, per invidia, gelosia, risentimento, opportunismo, paura… Per qualunque dei molti motivi possibili resta il fatto che non solo i fascisti ma anche buona parte della popolazione contribuì alla deportazione nazista.
La leggenda degli italiani “brava gente” durante la guerra è appunto una leggenda. Non fummo brava gente in Etiopia (gas e lager) e neanche in Jugoslavia (decimazioni e rappresaglie) e neanche riguardo agli ebrei.
A lungo ci si è interrogati sulle responsabilità dei singoli soldati del terzo reich, sulla loro possibilità di rifiutarsi di eseguire ordini disumani, e ancora una risposta definitiva non c’è. Ma noi, noi italiani, come ci saremmo comportati al loro po...

Leggi tutto l'articolo