Roma, Sabatini: «Iturbe? Può partire. Szczesny via? Ho già il sostituto»

Per Walter Sabatini lo stop di Salah«è un danno enorme, ma se non si verificheranno altre situazioni così drammatiche e traumatiche la Roma non ha alcun bisogno di tornare sul mercato».
Il ds giallorosso parla dell'infortunio dell'egiziano nel derby e di mercato, a margine della presentazione del libro 'La grande Roma di Liedholm' di Luciano Tessari (allenatore in seconda del Barone).
Al posto di Salah, ricorda Sabatini, possono essere impiegati da Garcia vari elementi della rosa: «C'è la soluzione Florenzi, e poi ci fidiamo moltissimo di Iago Falque e di Iturbe, a cui ho consigliato di giocare come quando era un bambino senza pensare al prezzo del suo cartellino, che comunque ripagherei anche adesso».
LE VOCI SU BENATIA - Chi invece non riprenderebbe è Benatia:«Le voci di un suo possibile ritorno sono infondate perché è un giocatore del Bayern Monaco e proseguirà lì la sua attività - taglia corto il ds - noi ci fidiamo ciecamente dei nostri difensori, da Castan aManolas e Ruediger, fino a Gyomber.
D'altronde mi permetto di dire senza nessuna presunzione o arroganza che di giudizi sui calciatori io ne sbaglio pochi».
«Doumbia? Non credo sarà riscattato al Cska perché i russi non vogliono spendere soldi, ma qualcuno lo comprerà perchè sta facendo cose eccezionali - sottolinea quindi Sabatini -.
Abbiamo già un accordo preventivo con una squadra cinese che cercheremo di onorare, ma spero di farci qualcosa di più. Gerson? Vedremo se tenerlo a Roma per farlo abituare a Trigoria o se darlo in prestito per qualche mese per farlo giocare.
Al Frosinone? È un'ipotesi, ma ci sono anche altre 3-4 squadre».
ITURBE - Iturbe può partire a gennaio? «Dipende da lui, io lo vorrei tenere ma se vorrà andare a giocare perché scalpita allora ne parleremo.
Ma è improbabile perché senza di lui la coperta sarebbe corta e mi toccherebbe andare a prendere un altro giocatore» aggiunge.
Il ds giallorosso poi si sofferma anche sul ruolo del portiere: «Szczesny? Cercheremo di trattenerlo ma conoscendo l'Arsenal e Wenger penso che sarà un'operazione molto difficile.
E comunque la Roma si è già coperta nel ruolo per l'anno prossimo.
Di chi parlo? Non lo dirò mai...».
CORSA SCUDETTO - «Per lo scudetto non sarà una corsa tra Roma, Napoli e Inter.
Sarà un duello più largo perché di sicuro inserisco anche la Fiorentina che sta giocando un calcio molto importante.
E poi ci metto anche la Juventus, che rientrerà e tornerà a combattere nel girone di ritorno per il titolo», commenta.
TOTTI E [...]

Leggi tutto l'articolo