Roma, oggi Paolo Sorrentino diventerà cittadino onorario

Paolo Sorrentino cittadino onorario di Roma.
E' oggi, per la Capitale, il grande giorno de La Grande Bellezza.
Il regista, che dopo quindici anni ha riportato l'Oscar in Italia, è atteso a Palazzo Senatorio questo pomeriggio.
E il programma è serrato: prima un saluto in privato con il sindaco Ignazio Marino; poi l'incontro con la giunta, i capigruppo e il presidente dell'Assemblea Mirko Coratti; infine la cerimonia in Aula Giulio Cesare.
Qui, prima degli interventi, dovrebbero essere proiettate anche alcuni spezzoni della premiata pellicola.
Oltre a Sorrentino, al sindaco, ai consiglieri capitolini, è atteso anche un altro ospite d'eccezione: Carlo Verdone, attore-regista molto amato nella Capitale e tra i protagonisti de La Grande Bellezza.
In Campidoglio si lavora da giorni all'evento, per cui sono stati accreditati circa un centinaio tra giornalisti, fotografi e cameramen, compresa la stampa straniera.  «L'Oscar a Sorrentino inorgoglisce Roma e l' intero Paese – ha detto Marino dopo l'approvazione in Aula della delibera per conferirgli la cittadinanza onoraria -.
Nel mio cuore non avevo dubbi: sapevo che Sorrentino sarebbe tornato in Italia con l' Oscar».
Tra i promotori dell'iniziativa, anche il presidente Coratti che ha parlato di «un trionfo annunciato, che fa vibrare la nostra città tra mondanità e cultura, lasciando meravigliati quanti la vivono e la osservano.  A quindici anni dall'assegnazione della prestigiosa statuetta a Roberto Benigni, il nostro cinema torna a far parlare di sé a livello internazionale grazie ad una pellicola che racconta una Roma notturna che si offre seducente e vivace, ma al contempo inafferrabile e decadente».
Per l'assessore capitolino alla Cultura Flavia Barca «il film premio Oscar ci offre una grande opportunità: rilanciare Roma come set straordinario ed unico al mondo nella storia del cinema, e di scoprire la bellezza meno conosciuta».

Leggi tutto l'articolo