Roma sparita

Roma sparita Anticamente qui c'era un droiere, E du' porte più avanti er macellaro; Poi, sur cantone d'angolo er barbiere, E ne' la casa accanto er salumaro.
Appresso l'Oratorio, cor santaro Che vendeva li libbri de preghiere; E doppo, er farmacista, el sor Gennaro, Che teneva in vetrina un gran braghiere.
Propio de faccia, sopra l'orzarolo, (Dove che adesso c'è quer palazzone), Ciabbitava un vecchietto, solo solo; E ner vicolo, dietro a la funtana, Ce stava l'osteria, dove Panzone Annacquava er vinello de Manziana.
Antonio Muñoz da Strenna dei Romanisti 1941, pag.
45

Leggi tutto l'articolo