RomaOstia, bene Console, Caliandro e Meucci

Oltre 10.000  al via, 8520 al traguardo (1130 le donne) 500 in più rispetto all’anno scorso.
Questi i numeri della Roma-Ostia 2010.
Vincitori della trentaseiesima edizione il ventenne keniano Peter Kimeli (1h01:51) e la connazionale Alice Timbilil (1h10:34).
Secondo posto tra le donne per Rosalba Console (Fiamme Gialle/1h10:54), mentre OK tra gli uomini Cosimo Caliandro (Fiamme Gialle) e Daniele Meucci (Esercito) che si piazzano rispettivamente quarto e quinto, entrambi in 1h02:41.
Per tutti una gara condizionata dal forte vento contrario soffiato sugli ultimi 2 km del lungomare di Ostia.
La prova femminile, partita come lo scorso anno con nove minuti di anticipo su quella maschile, è stata tutta un testa a testa tra la keniana e la Console, mentre ha un po’ deluso la francese Daunay, seconda nel 2009, staccata quasi subito.
La 30enne pugliese ha rischiato di perdere il treno al 9° km, quando si è dovuta fermare per una manciata di secondi per riallacciarsi una scarpa.
Nel giro di un chilometro è riuscita però recuperato, con un passaggio di 33’37” ai 10 km.
Le due atlete hanno corso spalla a spalla fino al 18° km, quando la Timbilil ha lanciato l’attacco decisivo.
La Console ha tagliato il traguardo a 20” (1h10’54”), mentre la francese si è classificata terza in 1h13’39”.
“Sono arrabbiata - ha detto Rosalba al termine della gara - perché ho perso tempo per riallacciarmi una scarpa, comunque la Timbilil era più allenata di me.
Sono contenta del risultato finale di questa gara che schiude ottime possibilità per questa impegnativa stagione".
"Il vento mi ha molto infastidito – ha raccontato invece la vincitrice, al traguardo prima del primo uomo – non mi ero accorta che la Console si fosse fermata, io ho pensato a fare il mio ritmo e anche quando l’ho staccata me ne sono accorta solo al giro di boa".  Al 18° km è avvenuta anche l’azione decisiva di Kimeli, che già nel corso del 10° km (passaggio 29’15”) aveva acceso le polveri con gli etiopi Hailemeskel e Megersa.
In quell’occasione si era staccato l’attesissimo Daniele Meucci rimasto solo con un paio di keniani e poi raggiunto al 16° km dal finanziare Cosimo Caliandro.
Quando Kimeli ha attaccato, William Todoo Rotich (vincitore nel 2006) ha subito ricucito lo strappo, ma poi si è dovuto inchinare in volata, chiudendo in 1h01’53”.
Terzo Megersa in 1h02’16”, mentre il favorito campione in carica Elijah Keitany nel finale ha subito addirittura la rimonta dei due azzurri, piombati assieme sul traguardo e [...]

Leggi tutto l'articolo