Romina Power con Al Bano ci completiamo

Romina Power ha fatto finalmente pace con il passato.
Da sempre contraria alla chirurgia estetica, l'artista coltiva "lo spirito" e il risultato è sotto gli occhi di tutti.
Sul palco è tornata a fare coppia con Al Bano registrando successi e sold out in tutto il mondo, è appena uscito per Mondadori il libro "Ti prendo per mano" e a Tgcom24 racconta: "Pensavo che si fossero dimenticati di me, ho riscoperto l'amore della gente" La protagonista del tuo libro rinuncia a un sogno, a te è successo? Ci sono dei momenti della vita in cui sei messo davanti a una scelta, c'è chi sceglie la carriera e chi un'altra strada..  Mi è successo e me ne sono pentita (ride, ndr).
Ho rinunciato a un film di Sergio Leone, il momento non era giusto, non me la sentivo.
Oggi direi subito di sì.
Nel mio libro invece la protagonista Daria sceglie di assistere la mamma che ha un tumore e rifiuta le cure.
Così riscopre un rapporto bellissimo.
Parli di tua mamma quindi...
Mi sono ispirata a lei, c'è questa donna bellissima che si confronta con il tempo che passa.
La mia è una dichiarazione d'amore.
Anche mia mamma era bellissima, ricordo ancora che quando veniva a Cellino San Marco a trovarci e Don Carmelo (il papà di Al Bano, ndr) la portava alle fiere del paese, lei usciva in abito da sera, con la parrucca e le ciglia finte...
Era molto divertente.
Che mamma sei? Sono una di quelle mamme che vorrebbe avere i figli sempre con se, non ero felice neanche che andassero a scuola, volevo che avessero la mia impronta, tanto che spesso li portavamo con noi per lunghi periodi.
Ho voluto io avere tanti figli, Al Bano non ne voleva sapere più dopo i primi due.
Ancora adesso, anche se siamo lontani, siamo molto ma molto legati...
L'impressione è che finalmente hai fatto pace con il passato, è così? La devi trovare per forza la pace, io ci sono riuscita tramite il buddismo.
Mi ha aiutato a sdradicare la rabbia...
Ho ritrovato la mia ironia, sono stata bloccata e timida per tantissimi anni, mi emozionavo talmente tanto che non riuscivo ad esprimermi come avrei voluto.
I tuoi fan sono persone adulte, ma anche giovanissimi, perché Romina ancora piace? Io mi meraviglio sempre, all'Arena di Verona pensavo sarebbe stato vuoto.
Giuro.
Due giorni di prove, la pioggia, la scaletta che cambiava in continuazione...
Temevo per quella serata.
Invece è andata bene ancora una volta...
Un miracolo.
Tornando ad Al Bano, la coppia continua a funzionare, come te lo spieghi? Forse perché le nostre voci insieme creano una armonia che poi piace, ci completiamo, non [...]

Leggi tutto l'articolo