Ruba il carrello con la spesa e minaccia il vigilantes

Cronaca Mercoledì 25 Luglio 2012 14:13 Ruba il carrello con la spesa e minaccia il vigilantes Grosseto: La sera del 23 luglio scorso, a Grosseto, i Carabinieri del Comando Stazione CC di Grosseto e Braccagni hanno tratto in arresto per “rapina” un rumeno, M.D.C.
di 40 anni, domiciliato a Firenze, che, presentatosi alla cassa del supermercato COOP di via Ximenes, non ha voluto pagare il carrello pieno di merce (generi alimentari, abbigliamento e altri oggetti), minacciando la cassiera con un cacciavite.
All’intervento della guardia giurata in servizio all’ingresso del supermercato l’uomo, già noto per reati contro il patrimonio, ha estratto un taglierino e lo ha minacciato per assicurarsi la fuga, per poi allontanarsi velocemente a piedi verso il centro storico.
Nel frattempo il personale che ha assistito alla scena ha chiamato i Carabinieri al 112, che hanno rintracciato l’uomo, grazie alle precise descrizioni delle guardie, in via Saffi, a piedi, con uno zainetto a tracolla.
L’uomo si era disfatto del carrello semi-pieno nel supermercato al momento dell’intervento della guardia giurata, ma si era portato via uno zainetto/trolley, anch’esso rubato, con all’interno altra merce, da cui aveva tolto le targhette del sistema antitaccheggio, per un valore approssimativo di 100€.
La perquisizione personale condotta dai militari sul posto ha consentito di rinvenire il taglierino ed il cacciavite, con cui l’arrestato ha minacciato il personale del supermercato.
I Carabinieri lo hanno tratto in arresto per il reato di rapina aggravata in flagranza.
Il provvedimento di arresto è stato convalidato questa mattina dal GIP ed all’uomo è stato imposta la misura cautelare dell’obbligo di dimora a Firenze, dopo essere stato scarcerato dalla casa circondariale di Grosseto, dove è stato trattenuto sino ad oggi.
http://www.maremmanews.tv/it/index.php?view=article&catid=42%3Acronoca&id=21565%3Aruba-il-carrello-con-la-spesa-e-minaccia-il-vigilantes&tmpl=component&print=1&layout=default&page=&option=com_content&Itemid=54

Leggi tutto l'articolo