Rubrica: il cinema russo anni 20

Recensione del film “La corazzata Potëmkin”a cura di TheTode (voto: 9,5)Chiedersi cosa sia La corazzata Potëmkin oggi è inutile e fuorviante: il film è un’opera del ‘25, commissionato per commemorare il ventennale della rivolta del gennaio 1905.
La questione è dunque cosa fosse La corazzata Potëmkin nel 1925.Prima ancora che un film, il Potëmkin è un’idea: il governo lo ha in mente come opera celebrativa, e come tale di propaganda.
Ma ciò che ne risulta va ampiamente al di là del mero fine propagandistico, fatta salva l’ideologia rivoluzionaria.Nel momento in cui prende vita, La corazzata Potëmkin si rivela un’opera sublime di montaggio più che di regia: nei cinque atti della ‘tragedia’ si stagliano, giganti uno di fronte all’altro, i due soli protagonisti del film, la corazzata e la scalinata.
Due volte Ejzenštein gioca con le inquadrature facendo apparire e scomparire le persone: mentre la folla si materializza, e i marinai svaniscono nel nulla, la scala e la nave rimangono.
Nelle fr...

Leggi tutto l'articolo