Ruby Ter, Chiara Danese in lacrime: «Il bunga bunga mi ha rovinato la vita, prendo ancora dei farmaci»

Aveva 18 anni, Chiara Danese, quando prese parte ad una serata ad Arcore a casa di Silvio Berlusconi: una di quelle serate ribattezzate 'bunga bunga'. Nove anni dopo, Chiara ne ha 27 ed è una delle testimoni chiave del caso Ruby: oggi era in aula per il processo e ha raccontato le sue difficoltà personali legate a quello che accadde all'epoca. In quella serata «ad Arcore» nel 2010 «ho visto e subito una violenza psicologica e fisica» e poi dopo «ho sofferto tanto, anche ora sono in cura e prendo dei farmaci», ha detto Chiara scoppiando a piangere in aula.

La giovane, confermando ciò che aveva già raccontato anni fa sul «bunga-bunga» nella villa di Silvio Berlusconi, ha deposto nel processo 'Ruby ter' per corruzione in atti giudiziari a carico del leader di FI e di altri 28 imputati, tra cui molte 'olgettine'. Chiara ha deposto oggi, l'altra testimone chiave Ambra Battilana deporrà in altra udienza. Nel dibattimento la 27enne ha fornito, rispondendo alle domande del procuratore aggiu...

Leggi tutto l'articolo