S'I FOSSE DI MAIO

Il Movimento 5 Stelle è in gravi difficoltà, basti dire che ad ogni elezione i suoi voti calano. Luigi Di Maio, fino a nuovo ordine, ne è il capo politico, e ci si può chiedere: sta agendo bene? Fa bene gli interessi suoi e del Movimento? A queste domande sembra non esserci risposta, se non quella che darà il tempo. Lo stesso Di Maio rimane ambiguo e non ci aiuta a capire: provoca tanto il Pd quanto Giuseppe Conte ma ciò non significa che voglia far cadere il governo, perché per lui sarebbe un disastro. E allora perché lo fa? Forse per predisporsi una base di consenso, all’interno del Movimento, quando tutto salterà in aria? Chissà.
Altra perplessità. Le elezioni regionali in Umbria sono state una tragedia, ma non è una buona ragione per favorire la Lega, in Emilia, presentandosi da soli e spezzando l’argine anti-Salvini. Magari bissando il 7% ottenuto in Umbria. Neanche questo si capisce.
A volte per comprendere il prossimo può essere utile mettersi nei suoi panni, ma in questo caso,...

Leggi tutto l'articolo