Sì del commissario dello Stato alla riforma della Sanità. LOMBARDO: «Adesso anche Roma dovrà ricredersi»

da La Sicilia - PALERMO.
Il Commissario dello Stato non ha riscontrato alcun vizio che possa dare adito a un’impugnativa della riforma della Sanità, approvata dall’Ars la scorsa settimana.
Via libera, quindi, alla riforma che potrà essere promulgata con la pubblicazione nella prossima «Gazzetta ufficiale» della Regione.
E non si esclude che possa uscire in edizione straordinaria.
Si tratta dell’ultimo passo importante della riforma che unita al piano di rientro nei prossimi giorni sarà sottoposta a ulteriore verifica del governo centrale.
Forse fino ad ora, sebbene si sia dato un giudizio positivo, si era reso necessario il pronunciamento del Commissario dello Stato per avere una visione definitiva della manovra.
Certo, nulla è scontato, ma da quanto è emerso in questi giorni, dalla Capitale e dall’ottimismo giustificato del presidente Lombardo e dell’assessore Russo, al contrario di altre regioni, per la Sicilia il commissariamento dovrebbe essere scongiurato.
E potrebbero partire le procedure per sbloccare 900 milioni di euro a favore della sanità siciliana.
Com’è noto, la riforma prevede ...
(Continua):  http://www.medpress.it/rass_stampa/rstampa.php?id=2196

Leggi tutto l'articolo