SALASSO

La mia chimica è risolutoria,
baldanza,
per ogni attrattiva alchemica,
giostra sedotta dal pensiero,
puro svago retorico,
pozzo dolente di una filtrata opinione.
La mia chimica annette le ore,
il pulsare coercitivo,
di pazienza e fardello,
metodo che applico al mio rompicapo,
un orologio dalle movenze assenti,
valvola destinata a schizzare il tempo,
annoverando costrizioni e veicoli fatiscenti.
Un caso nettamente banale,
importante e di categoria,
l'ennesima sfida agli spergiuri altrui.

Leggi tutto l'articolo