SALDI: Solo il 53% ha fatto acquisti, spesa media di 100 euro a persona, il 10% in meno del 2008

da Adoc  A due settimane circa dal termine della stagione dei saldi l'Adoc traccia un consuntivo dei risultati finora raggiunti.
Secondo le rilevazioni dell'Associazione, solo poco più della metà dei consumatori, il 53,1%, ha effettuato acquisti, per una spesa media di 100 euro a persona.
"Secondo i sondaggi finora effettuati dall'Adoc il 46,9% dei consumatori non ha effettuato acquisti durante i saldi - dichiara Carlo Pileri, Presidente dell'Adoc - e solo il 19,6% ha avuto un budget di spesa superiore ai 100 euro.
Il 20,7% ha speso massimo 100 euro per i propri acquisti, mentre il 12,8% si è imposto un tetto di spesa di 50 euro.
Mediamente, la spesa a famiglia è sui 200 euro, il 10% in meno del 2008, quando la spesa fu di 220 euro per nucleo.
La contrazione della spesa è diretta conseguenza della crisi economica in corso, le famiglie tagliano i propri consumi soprattutto sui beni secondari, quali abbigliamento e calzature." Secondo l'Adoc a patire maggiormente lo stato di crisi sono i piccoli commercianti, svantaggiati rispetto alla Gdo.
"Gli acquisti dei consumatori nei negozi al dettaglio di abbigliamento e calzature sono complessivamente calati dell'11% rispetto all'anno scorso, fino a questo momento - continua Pileri - anche gli outlet e i centri commerciali stanno registrando un calo di presenze, pari al 3%.
Questi dati confermano le preoccupazioni espresse dall'Adoc e non recepite da enti locali, Governo e commercianti.
I piccoli esercizi stanno attraversando una crisi nera, c'è il rischio di un grave collasso.
Soprattutto nel centro storico e nei quartieri periferici botteghe, artigiani e negozianti al dettaglio stanno scomparendo o sono costretti a ridurre considerevolmente l'offerta.
Oltre a creare un danno sia culturale che economico, creano un problema serio anche per tutti coloro che sono impossibilitati ad accedere ai centri commerciali, in primis gli anziani.
Occorre sforzarsi e trovare soluzioni, di concerto con Governo, commercianti ed enti locali, per risolvere questo grave problema.

Leggi tutto l'articolo